L' immigrato

Ascotcamogli.it L' immigrato Image

DESCRIZIONE

Siamo lieti di presentare il libro di L' immigrato, scritto da Olav Hergel. Scaricate il libro di L' immigrato in formato PDF o in qualsiasi altro formato possibile su ascotcamogli.it.
Zaki el Aziz si è maturato a pieni voti in un liceo di Copenaghen, coronando il sogno della famiglia immigrata dal Marocco. Ma la sera in cui si prepara a festeggiare in discoteca con gli amici, ai musulmani è negato l'ingresso, la rabbia esplode in una rissa, e il buttafuori finisce morto accoltellato. Zaki si ritrova in carcere innocente, stretto tra la legge danese che ha sempre rispettato e che chiede il nome del colpevole, l'omertà fraterna a cui lo richiamano gli amici come unica difesa contro una società ostile, e i Black Cobra, banda di criminali e narcotrafficanti immigrati pronta a versare altro sangue per coprire il colpevole. Mentre politici e media cavalcano l'onda emotiva di quello che diventa uno scottante caso nazionale, le voci di un complotto razzista mettono a ferro e fuoco i ghetti di tutto il paese, ed è ancora una volta Rikke Lyngvig, scomodo cane sciolto del giornalismo con un'irriducibile passione per il volto umano dei fatti, a fare luce sulle responsabilità morali di una verità complessa, quella di una spirale di odio e violenza, di un muro di pregiudizio eretto da entrambe le parti, per cui la vittima di un brutale omicidio si rivela il carnefice di tanti giovani discriminati e facili prede del crimine, e la paura ha la meglio su ogni battaglia per l'integrazione.
INFORMAZIONE
NOME DEL FILE L' immigrato.pdf
DATA 2012
AUTORE Olav Hergel
L' immigrato - La Fabbrica dei Sogni

Attualmente le legislazioni dell'Unione Europea pongono l'autonomia economica dell'immigrato come una condizione necessaria per avere un permesso di soggiorno e poi la cittadinanza, per questo motivo per lui è necessario avere un lavoro regolare o qualcuno che possa dargli un sostentamento economico.

L'immigrato: "Virus, ammazza Salvini e la sua gente"

"Un passo, un nuovo Stato, un'altra terra, una cultura estranea, un mondo ignoto, un'altra lingua e tanta voglia di tornare a quelle radici da cui forzatamente e necessariamente mi allontano". Forse questi o tanti altri pensieri affollano la mente di un immigrato.

LIBRI CORRELATI